TRIBUNALE DI VENEZIA: SMART-WORKING NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E BUONO PASTO

Lavoro

Con sentenza n. 1069/2020 il Tribunale di Venezia, alla luce della normativa contenuta nel Decreto Legge n. 34/2020, in un ricorso presentato da alcuni lavoratori nei confronti del Comune di Venezia, ha negato la possibilità del riconoscimento del buono pasto.

I punti su cui poggia la decisione del Tribunale sono i seguenti:

  • il lavoratore agile non ha un orario predefinito: di conseguenza, viene meno il presupposto che il buono possa essere usato fuori dall’orario di lavoro;
  • il buono pasto, secondo la Cassazione (Cass. n. 31137/2019), rappresenta un benefit e non un elemento della retribuzione.

Fonte: Confimi Apindustria Bergamo

 

Api Notizie n. 29 del 20 luglio 2020